Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio

Il cambiamento climatico, l’aumento delle temperature e il conseguente scioglimento dei ghiacciai hanno reso l’ambiente alpino più fragile e anche più rischioso per alpinisti e trekker.

Il cambiamento climatico negli ultimi 20 anni ha avuto un forte impatto sull’ambiente alpino, l’innalzamento delle temperature ha provocato lo scioglimento di molti ghiacciai perenni.

Questo ha reso le montagne più fragili, negli ultimi anni crolli e fenomeni franosi sono sempre più frequenti e la causa principale è la mancanza di ghiaccio.

Gli studiosi hanno rilevato che dal 1990 ad oggi la temperatura media nelle Alpi si è alzata di circa 2,2° centigradi, circa il doppio dell’innalzamento delle temperatura media globale.

 

Le conseguenze dell’aumento delle temperature medie

Queste temperature hanno provocato una riduzione del permafrost, ovvero quei ghiacciai perenni che ricoprivano le vette più alte della catena montuosa.

Gli studiosi dell’Università Savoie Mont-Blanc, hanno verificato come questo fenomeno indebolisca le montagne.

 

Leggi l’articolo completo su Trekking.it:

Videoreporter, autore e scrittore. Vicedirettore di Trekking.it e autore per Momak Agency. Scrivo anche di società, politica e attualità sempre con lo sguardo fermo sui fatti e sui perché.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi