Blog Posts

Stati Uniti: la svolta ambientalista senza precedenti dell’Amministrazione Biden

Sono state settimane difficili per il nuovo Presidente degli Stati Uniti. Una campagna vaccinale da rimettere in pista, un’economia da rimettere in moto e un paese diviso da riunire. Nonostante l’agenda fitta però l’Amministrazione Biden ha da subito messo tra le priorità del suo programma l’ambiente. Prima l’annuncio del ritorno degli Stati Uniti negli Accordi sul Clima di Parigi, a segnare un immediato cambio

Leggi di più...

Ambiente e clima: stiamo perdendo la nostra natura selvaggia

Negli ultimi 25 anni un decimo della natura selvaggia sulla Terra è scomparso Il nostro limitato orizzonte di vita, probabilmente, tende a farci perdere di vista la reale consistenza dello scorrere del tempo. Il nostro Pianeta ha sulle spalle la bellezza di 4 miliardi di anni, qualcuno potrebbe pensare che sia piuttosto anziano, ma tale considerazione potrebbe costituire un altro bell’abbaglio. Infatti non ci

Leggi di più...

I cambiamenti climatici sono adesso: azioni concrete non sono più rimandabili

Amiamo la natura, ci vantiamo dello straordinario patrimonio ambientale e paesaggistico dell’Italia e siamo felici che un nuovo modo di viaggiare, lento e sostenibile, si stia facendo largo nel nostro paese. Nonostante questo, però sembra non interessarci della tutela di questo delicato ecosistema, a meno che non ci sorprendano, violenti e improvvisi, devastanti eventi naturali che nel giro di pochi minuti ci fanno capire

Leggi di più...

Le Alpi: un ecosistema sempre più fragile e a rischio

Il cambiamento climatico, l’aumento delle temperature e il conseguente scioglimento dei ghiacciai hanno reso l’ambiente alpino più fragile e anche più rischioso per alpinisti e trekker. Il cambiamento climatico negli ultimi 20 anni ha avuto un forte impatto sull’ambiente alpino, l’innalzamento delle temperature ha provocato lo scioglimento di molti ghiacciai perenni. Questo ha reso le montagne più fragili, negli ultimi anni crolli e fenomeni

Leggi di più...

Crisi climatica: qualcosa inizia a muoversi

Un anno drammatico, la pandemia ha sconvolto il mondo rubando la scena e le cronache a ogni altro fatto. La crisi climatica però non si è fermata e sarà la prossima grande sfida dell’umanità. In uno dei periodi più bui per l’intera umanità qualcosa inizia però a cambiare. Quest’anno il Coronavirus è stato al centro delle cronache, oltre l’epidemia anche l’infondemia: ogni tv, giornale

Leggi di più...

La conservazione delle grandi aree verdi per contrastare la crisi climatica

Mentre molti paesi stanno mettendo in atto politiche per il contrasto al cambiamento climatico, in diverse parti del mondo continuano le aggressioni agli ecosistemi e alle aree verdi del pianeta, essenziali per l’equilibrio della nostra biosfera. Gli incendi nella foresta Amazzonica, le trivellazioni in Alaska e la cementificazione che procede a passi spediti hanno un minimo comun denominatore: il business e il profitto ad

Leggi di più...

Le foreste Europee potrebbero assorbire il doppio della CO2 e contrastare la crisi climatica

Ridurre di un terzo lo sfruttamento delle foreste europee permetterebbe di incrementare del 50% la loro capacità di assorbire anidride carbonica nel corso di un anno. Le foreste dell’Unione Europea hanno un ruolo centrale nel contrasto al cambiamento climatico, infatti se questi ecosistemi venissero tutelati sarebbero in grado di assorbire il 50% in più di CO2 dall’atmosfera. Dai risultati di uno studio commissionato da

Leggi di più...

Foresta Amazzonica: il 2020 uno dei peggiori anni per la deforestazione

Il 2020 è stato uno degli anni peggiori per la conservazione della foresta amazzonica, in Brasile sono infatti spariti oltre 120.000 chilometri quadrati di area forestale. Il dato più alto dal 2008, che dimostra l’assenza di ogni controllo da parte del Governo brasiliano sulle attività di abbattimento di alberi e foreste. Una situazione che preoccupa le altre nazioni, visto che questa aggressione dell’ecosistema amazzonico,

Leggi di più...

Joe Biden: tra i primi atti del presidente il rientro degli USA negli accordi sul Clima di Parigi

I primi ordini esecutivi firmati dal Presidente Joe Biden hanno disposto il rientro degli Stati Uniti negli accordi per il clima, firmati a Parigi nel 2015. Inoltre sono state bloccate le trivellazioni petrolifere nelle riserve naturali dell’Alaska e nei parchi naturali dello Utah, una prima indicazione sulla direzione che la nuova Amministrazione prenderà nell’ambito del contrasto alla crisi climatica. C’è stata ieri la cerimonia

Leggi di più...

Foreste e natura: il nostro antivirus naturale

Gli scienziati lo dicevano ormai da qualche anno: la prossima grande epidemia sarà provocata da un virus animale che contagia l’uomo. Le cause principali sono la deforestazione, la distruzione di habitat naturali e la diminuzione di biodiversità. Circostanze che facilitano il c.d. Spillover, ovvero il “salto di specie” dei virus dagli animali selvatici agli esseri umani. Molti studi hanno ormai accertato che buona parte

Leggi di più...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi